Al via la 67esima edizione della Berlinale: 9 – 19 febbraio

La 67esima edizione della Berlinale si caratterizza per l’assenza di italiani in concorso. Il nostro paese sarà comunque molto presente, a partire dalla consegna del prestigioso Orso alla Carriera alla costumista Milena Canonero, il 16 febbraio, accompagnata dalla proiezione del film Shining (1980) di Stanley Kubrick.
Alessandro Borghi, l’attore rivelazione di Non essere cattivo, rappresenterà l’Italia alla ventesima edizione di Shooting Stars, la piattaforma per giovani attori europei organizzata ogni anno come evento speciale durante il Festival di Berlino dall’European Film Promotion – il network di tutte le società di promozione del cinema europeo – coordinato per l’Italia da Istituto Luce Cinecittà.

Italia anche in Amelie rennt (Mountain Miracle – An Unexpected Friendship) di Tobias Wiemann, coproduzione con la Germania, sostenuto da IDM – Film Commission dell’Alto Adige, nella sezione Generation Plus.

Luca Guadagnino presenterà, il 13 febbraio, nell’ambito della sezione Panorama, il suo nuovo film Call Me By Your Name, coproduzione italo-francese con Armie Hammer, Timothée Chalamet, Michael Stuhlbarg e Amira Casar. Il film è un adattamento del romanzo omonimo di André Aciman e la sceneggiatura è in collaborazione con James Ivory.

Inoltre Daughter of Mine di Laura Bispuri, prodotto da Vivo Film, tra i progetti al Mercato delle co-produzioni, il Coproduction Market. Il suo film d’esordio Vergine giurata fu in concorso al Festival nel 2015.

 

Il programma completo:

https://www.berlinale.de/en/programm/berlinale_programm/programmsuche.php