David di Donatello 2019: la cerimonia di premiazione

La cerimonia di premiazione della 64esima edizione dei David di Donatello sarà trasmessa in diretta questa sera, mercoledì 27 marzo, su Raiuno dalle ore 21.25.

 

Nel corso della serata, la più importante del cinema italiano, si alterneranno sul palco grandi star italiane e internazionali. Tim Burton, uno dei più celebri e amati registi dei nostri tempi, nei cinema con il suo Dumbo in live action, riceverà da Roberto Benigni il David alla Carriera – David for Cinematic Excellence 2019; a Dario Argento e alla scenografa premio Oscar Francesca Lo Schiavo saranno conferiti due David Speciali; il trionfatiore degli Oscar con Roma, Alfonso Cuarón, sarà presente per rititare David al Miglior film straniero.

Ventitre sono i lungometraggi candidati ai Premi David di Donatello 2019: a ricevere il maggior numero di candidature sono stati Dogman di Matteo Garrone (16), Capri-Revolution di Mario Martone (13), Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino (13), Loro di Paolo Sorrentino (12), Sulla mia pelle di Alessio Cremonini (10), Lazzaro felice di Alice Rohrwacher (9). E vedremo se verrà battuto il record di David vinti, 10, attualmente detenuto da La ragazza del lago di Andrea Molaioli.

Saranno inoltre consegnati altri premi già annunciati:

- il David dello Spettatore: A casa tutti bene di Gabriele Muccino si aggiudica il premio, istituito a partire dall’edizione 2019 per manifestare l’attenzione e il ringraziamento dell’Accademia del Cinema Italiano ai film e agli autori che hanno fortemente contribuito al successo industriale e popolare dell’intera filiera cinema, confermando il primato della visione in sala. Il film ha collezionato il maggior numero di spettatori fra le opere italiane uscite in sala dal 1 gennaio al 31 dicembre 2018.
- il David per il Miglior cortometraggio: il premio va a Frontiera di Alessandro Di Gregorio, scelto da una giuria formata da Andrea Piersanti, Giada Calabria, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Elisabetta Lodoli, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti.

La cerimonia di premiazione dei David di Donatello 2019 sarà anche l’occasione per presentare al grande pubblico il progetto Moviement, un piano triennale che vede per la prima volta in Italia tutto il mondo dell’industria cinematografica unirsi in modo compatto per fare squadra e rilanciare il cinema come forma di intrattenimento culturale per tutto l’anno, con le aziende di distribuzione che garantiranno la programmazione di grande cinema spettacolare e di qualità da gennaio a dicembre, senza interruzione, con le sale aperte 12 mesi l’anno, proponendo così grandi titoli di sicuro interesse per il pubblico anche nel corso della stagione estiva.

Immagine-serata