FICTION: SET APERTI IN TUTTA ITALIA

ll prodotto seriale nostrano non smette di appassionare gli italiani: non stupisce dunque che tutta la penisola, da nord a sud, sia, in questo periodo estivo, un set a cielo aperto.

A partire da nord, dall’Alto Adige, dove tra San Candido e il Lago di Braies si gira la quinta stagione di Un passo dal cielo (Lux Vide, Rai Fiction), con Daniele Liotti nei panni del comandante della guardia forestale. A Trieste e dintorni si assiste al ritorno dei protagonisti della seconda stagione de La porta rossa (Vela Film, Rai Fiction) e alle riprese della nuova serie crime di Canale 5 Un bel luogo per morire, con Ambra Angiolini e Giorgio Pasotti. A Lignano Sabbiadoro e poi in Liguria, invece, si gira la fiction L’amore strappato, con Sabrina Ferilli, tratta dalla storia vera di una donna alla ricerca della figlia.

Rimanendo al nord, a Milano è ambientata La compagnia del cigno, la storia di un gruppo di ragazzi che frequentano un Liceo musicale con Alessio Boni direttore della scuola e Anna Valle, mentre a Torino si gira la versione italiana della serie thriller di successo Liar, prodotta da Mediaset e con interpreti principali Alessandro Preziosi e Greta Scarano.

La nuova fatica di Cinzia TH Torrini dal titolo Pezzi Unici, invece, vede l’accoppiata Sergio Castellitto e Giorgio Panariello impegnati su un set che si divide tra Prato e Firenze.

Nella Capitale si sono da poco concluse le riprese di Che Dio ci aiuti 5, in cui Suor Angela (Elena Sofia Ricci) dovrà fare i conti con nuovi personaggi e nuove storie, e si sta girando a pieno regime la nuova stagione de Il Paradiso delle signore, che con 180 episodi inediti andrà in onda tutti i giorni in fascia pomeridiana. Nella periferia di Roma e presso la Vela di Calatrava a Tor Vergata sono attualmente in corso le riprese dell’attesissima seconda stagione di Suburra, prodotto originale Netflix diretto da Andrea Malaioli.

Passando alle isole, infine, si è appena conclusa la seconda serie de L’isola di Pietro (Lux Vide), girata in Sardegna a Carloforte, e torna con scenari tutti siciliani Rosy Abate (Taodue), interpretata da Giulia Michelini, pronta a ricostruire il rapporto con il figlio ritrovato.

(da Italy for Movies)