Berlino 2019. “La paranza dei bambini” vince l’Orso d’Argento per la migliore sceneggiatura

La 69ma Berlinale premia il film italiano “La paranza dei bambini” di Claudio Giovannesi per la sceneggiatura con l’Orso d’argento.
A ritirare il premio il trio di sceneggiatori Saviano-Giovannesi-Braucci, autori della scrittura.
Queste le parole di Roberto Saviamo quando ha ritirato il premio: “Dedico questo premio alle organizzazioni non governative che salvano vite nel Mediterraneo e ai maestri di strada che le salvano a Napoli. Scrivere questo film ha significato mostrare resistenza perché dire la verità nel nostro Paese è diventato molto complesso”.

L’Orso d’oro va al bellissimo Synonymes di Nadav Lapid che è stato il film più apprezzato dalla critica internazionale perchè approfondisce il dramma sulla ricerca contemporanea dell’identità.

Grande soddisfazione anche per il regista toscano Federico Bondi che con il suo film “Dafne” riceve il Premio Fipresci. Una pellicola che vede una interprete eccezionale in Carolina Raspanti.

Questi tutti i premi della Berlinale 69:

 Orso d’oro al miglior film: Synonyms di Nadav Lapid

Orso d’argento Grand Jury Prize: Grace à Dieu di François Ozon

Orso d’argento Alfred Bauer Prize al lungometraggio che apre nuove prospettive: Systemsprenger di Nora Fingscheidt

Orso d’argento al miglior regista: Angela Schanelec per Ich war zu Hause, aber…

Orso d’argento alla miglior attrice: Yong Mei per So Long, My Son

Orso d’argento al miglior attore: Wang Jingchun per So Long, My Son 

Orso d’argento alla migliore sceneggiatura: Roberto Saviano, Maurizio Braucci e Claudio Giovannesi per La paranza dei bambini

Orso d’argento per il miglior contributo artistico: Rasmus Videbaek per la fotografia di Out Stealing Horses

Premio per il miglior documentario: Talking about trees di Suhaib Gasmelbari

Premio miglior opera prima: Oray di Mehmet Akif Büyükatalay

Orso d’oro per il miglior cortometraggio: Umbra di Florian Fischer & Johannes Krel

Orso d’argento per cortometraggio: Blue Boy di Manuel Abramovich

Premio Fipresci: Dafne di Federico Bondi

Audi Short Film Award: Rise di Barbara Wagner e Benjamin De Burca