MIA: CONSOLIDATO IL SUCCESSO

Nato lo scorso anno con l’obiettivo di portare l’industria cine-audiovisiva italiana a essere protagonista sulla scena europea e globale e di offrire ai player più attivi di tutto il mondo uno strumento efficiente di mercato, alla seconda edizione, MIA consolida il successo e registra un andamento positivo, in termini qualitativi e quantitativi, proponendo un format originale e convergente per un mercato di cinema, televisione, documentario e animazione.

MIA si propone come un mercato a forte impronta editoriale, costruito affinché i partecipanti trovino gli interlocutori strategici per le loro linee industriali. Rispetto a questo, il direttore di MIA Lucia Milazzotto: “Volendo usare una metafora cine-audiovisiva, crediamo di essere riusciti a comporre il cast giusto – di produttori, commissioning editors, buyers, sales agents, istituzioni e professionisti – per un progetto ambizioso: posizionare MIA come il luogo di incontro privilegiato, trasversale e transnazionale, dove trovare tutti i possibili partner per determinati indirizzi di sviluppo industriale e di prodotto – italiano e globale, indipendente, di forte respiro internazionale e di grande valore produttivo, sia esso film, serie drama, documentario, factual, animazione”.

Nei quattro giorni di mercato, MIA ha registrato un incremento generale di più del 6% dei dati numerici: 1500 sono stati i partecipanti, 58 i paesi rappresentati, più di 500 fra produttori e commissioning editor, circa 350 buyer, 130 international sale agent, 42 progetti di film, serie drama e doc and factual. 100 i titoli proposti sul mercato internazionale: con circa 20 anteprime mondiali di mercato e 16 di work in progress in What’s Next Italy per un totale di circa 140 market screenings (+ 7%).
Nel corso dei 42 tra panel, workshop, masterclass, keynote sono intervenuti 300 tra i protagonisti dell’industria internazionale dell’audiovisivo del cinema e del documentario.
Forte anche la presenza delle istituzioni nazionali e straniere, dei professionisti del settore (studi legali e commerciali, agenti, casting…), dei talenti e dei registi, per circa 170 rappresentanti e della stampa per 300 presenze.

What’s Next Italy è stato il grande successo di MIA I Cinema. Con l’obiettivo di proporre un acceleratore delle esportazioni sia nel breve che nel lungo periodo, What’s next Italy si è rivelata una piattaforma di lancio importante per il nuovo cinema italiano e un punto di riferimento autorevole per i buyers di tutto il mondo per identificare e quindi tracciare i prodotti italiani nel corso del 2017. Un appuntamento privilegiato in cui MIA ha presentato le anticipazioni degli ultimi film (ancora in lavorazione) di Ferzan Ozpetek, Manetti Bros., Francesca Comencini, Giovanni Veronesi, Edoardo Leo, Susanna Nicchiarelli, Leonardo di Costanzo, Fulvio Risuleo, Fabio Mollo, Toni D’Angelo, Sidney Sibilia, Paola Randi, Guido Chiesa, Cosimo Gomez, Laura Luchetti e Volfango De Biasi. Gli appuntamenti di What’s Next Italy hanno coinvolto produttori, sales agent, registi di cinema e animazione, offrendo un’occasione di incontro tra i distributori internazionali e i talenti creativi per ritrovare all’interno di un’opportunità di business il necessario rapporto tra industria e creatività e tra talento e successo commerciale internazionale.
Significativi i numeri del mercato di coproduzione di MIA Cinema con i suoi 24 progetti provenienti da 14 paesi e i 1000 appuntamenti one-to-one.
Tre i premi assegnati ai suoi progetti: Jobst Plog, (Presidente Eurimages) insieme a Roberto Olla (Direttore Esecutivo Eurimages) ha assegnato l’Eurimages Co-production Development Award 2016 del valore di 20.000 Euro al progetto turco Sisters di Emin Alper, prodotto da Nadir Öperli. Per la prima volta è stato inoltre assegnato l’ARTE International Prize di 5.000 euro. Il premio è stato consegnato da Annamaria Lodato a Eden di Agnes Kocsis prodotto da Els Vandevorst.
Tra gli accordi suscitati dagli incontri del mercato di co-produzione, Catia Rossi di True Colors ha annunciato di aver preso per la distribuzione internazionale il progetto messicano Casi paraiso del regista campione d’incassi in Messico Gary Alazraki. Film che si è aggiudicato la possibilità di partecipare al Miami Film Festival, partner di MIA, durante il quale verrà presentato all’industria latino-americana.
Grande attenzione e interesse hanno inoltre suscitato i programmi speciali di MIA I Cinema: Young Audience Spotlight, che ha visto il coinvolgimento degli operatori e delle istituzioni nazionali e internazionali per un ragionamento culturale e industriale per la crescita del nuovo pubblico giovane, e Animation Day, una giornata tutta dedicata al linguaggio animato e ai modelli competitivi che portano l’animazione ad essere un paradigma a forte impronta e potenzialità internazionale.

Forte soddisfazione è stata espressa dai tantissimi operatori stranieri che hanno partecipato alla potenziata MIA TV, ragionata e disegnata secondo un progetto concentrato sul business e sulle nuove opportunità produttive e distributive della fiction TV e della serialità televisiva nel nostro paese.
Per la prima volta, infatti, l’industria audiovisiva italiana ha offerto un’importante vetrina unitaria verso l’estero: i tanti Commissioning Editor, Broadcaster e produttori internazionali riuniti per l’occasione a Roma hanno accolto con grande favore la presentazione del Sistema Italia nello spettacolare showcase “The Italian Journey” presentato da Giampiero Judica, attore prestato a MIA TV direttamente da Boardwalk Empire di Martin Scorsese, che ha dimostrato come, oltre ad incentivi fiscali e possibilità importanti di coproduzione, il nostro Paese offra location straordinarie e maestranze di riconosciuta eccellenza.
La Presidente delle Film Commissions Stefania Ippoliti ha ricordato infatti la straordinaria varietà dei Paesaggi presenti in Italia. Mentre in rappresentanza delle Maestranze – che nel tempo hanno collezionato oltre 60 premi internazionali tra Oscar®, Golden Globes, Emmys e Baftas – hanno partecipato Carlo Poggioli, Alessandro Lai e Laura Nobili della pluripremiata Costumi Tirelli esponendo i costumi di due grandi co-produzioni Internazionali: Young Pope e i Medici, il Premio Oscar® Manlio Rocchetti, il Maestro Paolo Buonvino e per gli Effetti Speciali la Makinarium. Il Presidente APT Marco Follini ha esaltato le tre qualità del Sistema Italia: Professionalità, Curiosità e Gentilezza ricordando che negli ultimi anni il Prodotto Italiano sta diventando sempre più esportabile.
Inoltre i 9 progetti Drama italiani ed internazionali di serie televisive selezionati dal Board del MIA TV e il Progetto Teen di YAS presentati al primo Drama Pitching Forum sono stati molto apprezzati dai Broadcaster, Producer ed Executive presenti e diverse trattative, che vedono coinvolti key player produttivi americani ed europei, sono attualmente già in corso per la loro realizzazione. Il Vice Presidente CEPI, Mauro Mauri nel saluto di benvenuto ha augurato che l’Italia, viva un nuovo Rinascimento per la parte Televisiva e che metaforicamente il Drama Pitching Forum di MIA TV possa essere la “piazza” dove si incontrano e germogliano tutte le possibili e molteplici opportunità.
Per quanto riguarda gli speakers internazionali, molto apprezzati anche il keynote di Maria Kyriacou, Presidente di ITV Studios, il panel sulle possibilità di contaminazione tra Pay TV e Free TV sulle serie Drama e la Masterclass con tre esponenti chiave del mondo Internazionale: Tim Kring, produttore americano di Heroes, Touch e Crossing Jordan tra le altre serie, Gina Gardini produttrice esecutiva per Cattleya di Gomorra, Romanzo Criminale, Suburra e molto altro e Michael Eilenberg, produttore indipendente che ha al suo attivo, quando era Head of Drama in HBO, serie come Games of Thrones e la serie evento True Detective. Un momento di scambio è stato anche il workshop sulla costruzione del budget di una serie Drama US, tenuto da Courtney Conte, president of Slingshot.

Due i momenti tutti italiani di celebrazione: i 20 anni della serie “Un Posto al sole” con presente il cast, il Direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta e i produttori di Freemantle tra gli altri. Il caso de “Il Commissario Montalbano” prodotta da Carlo Degli Esposti di Palomar ha invece dimostrato come una serie nata locale possa diventare internazionale con spin off di successo come “Il Giovane Montalbano” e l’annuncio della nuova serie “I racconti di Vigata”.
MIA | TV è stata anche l’occasione per presentare il bilancio della stagione televisiva 2015/2016 e i dati dell’offerta Rai, Mediaset e Sky. La Fiction resta un pilastro della programmazione televisiva italiana. L’Italia infatti supera Francia, Inghilterra e Spagna come ore trasmesse sul totale delle trasmissioni, seconda soltanto alla Germania. Gli studi presentati hanno portato alla luce che alcuni prodotti italiani di fiction iniziano a distinguersi per riconoscibilità internazionale, ma che è necessario ora investire per rendere sistematico questo processo.

Molto positivi i riscontri suscitati da MIA | DOC, nel suo nuovo format e per il suo focus su cultura e arte nel documentario. Due giorni e mezzo di incontri e scambi professionali con oltre 45 speaker provenienti da 12 paesi. Due focus territoriali per scoprire le possibilità di collaborazione con Canada e Israele. 10 progetti presentati pubblicamente al Pitching Forum Arts and Culture, seguiti da molti incontri organizzati tra produttori indipendenti e decision maker dei maggiori e più importanti canali televisivi italiani e del mondo, per sviluppare collaborazioni internazionali, prevendite e coproduzioni.
Il progetto Movie Maestro, diretto da Pierpaolo De Santis e prodotto da Enrico Pacciani della Alkermes srl, selezionato a MIA | DOC – Arts&Culture Pitching Forum 2016, grazie alla partnership con MIA, avrà la possibilità di essere presentato nella selezione ufficiale del prestigioso mercato francese “Sunny Side of the Doc” che si terrà a giugno 2017 a La Rochelle.

Significativo il coinvolgimento delle istituzioni italiane e straniere, che hanno partecipato quotidianamente alle attività di mercato e ai circa 50 panel. Il Ministro Dario Franceschini ha scelto il MIA per presentare ai player internazionali del settore il nuovo DDL Cinema. Il DG Cinema del MiBACT Nicola Borrelli è intervenuto più volte, nell’Italian Journey MIA TV e a sostegno di iniziative rivolte ai giovani come quella dell’introduzione dell’ora di cinema nelle scuole italiane con “Scelte di classe. Il cinema a scuola”; il Direttore Generale DG Connect Commissione Europea Roberto Viola ha messo in evidenza il reale successo delle serie tv sottolineando quanto sia fondamentale che l’industria europea e italiana faccia parte di questa nuova apertura di mercato; la Presidente Commissione Educazione e Cultura – Parlamento Europeo, Silvia Costa, ha illustrato le normative che si stanno delineando nel Parlamento Europeo, dove da un lato si deve valorizzare la produzione culturale audiovisiva europea, la distribuzione e anche la diversità culturale, e dall’altro è necessario dare maggiore competitività all’Europa verso il resto del mondo.
Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha scelto anche quest’anno il MIA per presentare il nuovo bando regionale “Lazio Cinema International”, che mette 10 milioni di euro di fondi a disposizione per le coproduzioni internazionali.
Il Direttore Affari Internazionali di IMCINE (Istituto Messicano di Cinematografia) Monserrat Sanchez Soler ha siglato l’accordo che segna l’adesione dell’Italia, come unico Paese non iberico, al programma pan-regionale “Ibermedia”.