NASCE Lu.Ca: Macrofilm Commission tra Basilicata e Calabria

NASCE Lu.Ca. Macrofilm Commission  tra Basilicata e Calabria

Lunedì 5 settembre alla Mostra del Cinema di Venezia la conferenza stampa

Ospiti, il regista Gabriele Mainetti e l’attore Claudio Santamaria

L’essenza del meridionalismo regionale è la sua cooperazione. Solo un idem sentire e la comune visione dei problemi può dare scacco ai ritardi che frenano la competitività del Mezzogiorno. Alla luce di questo assioma i governatori di Basilicata e Calabria, Marcello Pittella e Mario Oliverio, dopo una necessaria azione preparatoria hanno deciso, nel rispetto delle reciproche autonomie territoriali, di mettere in sinergia le Film Commission regionali di cui sono azionisti di riferimento, per poter meglio operare nell’attrarre produzioni nazionali e internazionali nei propri territori favorendo economie di scala con gestione comune di fondi e sinergia delle maestranze. L’intesa sarà presentata il prossimo 5 settembre, alle ore 17, agli operatori di settore e alla stampa alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia all’Hotel Excelsior, presso l’Italian Pavilion Spazio Taverna dell’Istituto Luce-Cinecittà, dove il governatore calabrese Mario Oliverio e l’assessore regionale Francesco Pietrantuono (che sostituisce il presidente Pittella ancora convalescente) illustreranno i dettagli dell’accordo di stretta cooperazione insieme al neo nominato Presidente della Calabria Film Commission, Pino Citrigno e al Direttore della Lucana Film Commission, Paride Leporace.

Presenzierà ai lavori anche Stefania Ippoliti , Presidente di Italian Film Commission, a sottolineare il beneplacito a questa forma di collaborazione da parte del coordinamento nazionale che interloquisce con autorità istituzionali e professionali.

Ospiti dell’incontro, Claudio Santamaria (lucano d’origine e interprete in una fiction di successo di una delle principali icone calabresi come Rino Gaetano) che si accinge al debutto alla regia del corto “The Millionairs ” tratto da una graphic novel di suggestiva ambientazione noir. Con lui, a ricostruire la fortunata accoppiata del pluripremiato “Lo chiamavano Jeeg Robot“, Gabriele Mainetti che nelle vesti di produttore ha molto apprezzato l’idea di girare “The Millionairslungo il confine calabro lucano all’interno del Parco del Pollino, la più grande area protetta d’Europa che le due regioni alleate vogliono promuovere con cinema e audiovisivo.

(dal comunicato stampa)