Film commissions

Training IFC 2019

Si è concluso il Training delle film commission italiane che si è svolto a Matera. Ringraziamo tutti i colleghi che hanno partecipato, gli ospiti Graziella Bildesheim, Giorgio Costantino di #BCCBasilicata, Barbara Cappellano di Desk media #GruppoIntesaSanPaolo, Tomasz Dabrowski di #Netrflix, Silvia Costa e i colleghi di Lucana Film Commission per la splendida accoglienza.

TG REGIONALE

Torino Short Film Market

Il Torino Short Film Market è una realtà di primo piano nel mondo della forma breve e dell’audiovisivo in generale. Dopo tre edizioni in cui la fisionomia del mercato si è definita in modo chiaro, il TSFM ha anche disegnato l’identikit di un pubblico ideale, fatto di professionisti del cinema e della TV, di giovani talenti, di operatori dei nuovi linguaggi e delle nuove tecnologie.

Il quarto Torino Short Film Market apre alla produzione di cortometraggi, con un pitch di coproduzione dedicato alle commedie. Il cinema di genere – la commedia in particolare – è l’anello debole della filiera della forma breve. Il TSFM intende fornire gli strumenti a produttori e registi per rafforzare i loro progetti di commedie, raccogliendo una sfida difficile, ma che è alla base del senso di un mercato: aprirsi a nuovi spazi, esplorare nuovi territori. Inoltre, i nuovi formati. Dopo due anni di Digita!, il 4° TSFM si concentrerà sulla VR, confermando un pitch di coproduzione e aprendo una call per contenuti di VR narrativa: VR Stories.

Tutte le info alla call al link:
http://tsfm.centrodelcorto.it/it/bandi/

LE NOVITÀ PER IL CINEMA DEL DECRETO BONISOLI

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il cosiddetto “Decreto Bonisoli” che, rispondendo alle critiche che avevano accolto il precedente “Decreto Franceschini” e dopo un lungo lavoro di concertazione con i vari attori del settore, prevede importanti novità per il settore cinematografico e audiovisivo. Una novità riguarda il ridimensionamento delle percentuali di titoli italiani che le emittenti private sono obbligate a trasmettere; vengono in parte ridimensionate anche le aliquote relative agli obblighi di investimento in produzione italiana in una misura compatibile con le prospettive economiche degli operatori. Vengono rafforzate le misure a sostegno delle opere di espressione originale italiana (in precedenza limitate alle sole opere cinematografiche) e a sostegno delle opere recenti, mentre viene disciplinata, con l’introduzione di nuovi paletti, la presenza degli OTT in Italia allineandola maggiormente alle emittenti televisive “tradizionali”. Permangono, tuttavia, sanzioni severe per chi si sottrae agli obblighi. L’entrata in vigore dei nuovi obblighi è prorogata al 1° gennaio 2020.

IVIPRO DAYS 2019: ONLINE IL PROGRAMMA

È online il programma completo degli IVIPRO DAYS 2019, appuntamento annuale italiano dedicato al ruolo e alle potenzialità del videogioco come strumento di promozione del territorio e del patrimonio.

Gli IVIPRO DAYS 2019, che si terranno sabato 14 e domenica 15 settembre nelle Sale Imbarcadero del Castello Estense di Ferrara, ospiteranno incontri di approfondimento dal taglio divulgativo. Alle due giornate parteciperanno ospiti internazionali, persone esperte e studiose del settore, developer e game designer, istituzioni che hanno lavorato con i videogiochi per valorizzare il patrimonio e che potranno condividere il proprio approccio. Ci sarà spazio per case study e per il racconto di esperienze concrete. Previsti infine momenti di networking e confronto tra pubblico e ospiti.

L’evento, a ingresso gratuito su registrazione, si rivolge ad appassionati e appassionate, a studentesse e studenti e a quelle istituzioni (musei, enti locali, istituzioni culturali, associazioni) interessate ad approfondire le opportunità connesse all’utilizzo del videogioco come strumento di promozione e divulgazione.

L’appuntamento, promosso da IVIPRO con il supporto organizzativo di Game Happens, è cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna e realizzato con il patrocinio del Comune di Ferrara, Città Patrimonio dell’Umanità.

Vai alla pagina: bit.ly/iviprodays2019

 

Ciné – Giornate estive di Cinema

Tante le novità della nona edizione di Ciné – Giornate di Cinema, la manifestazione estiva dell’industria cinematografica nazionale, promossa e sostenuta da ANICA, in collaborazione con ANEC ed ANEM, prodotta ed organizzata da Cineventi, che avrà luogo a Riccione dal 2 al 5 Luglio.

Presentazioni non solo di titoli e listini, ma anche di nuove tecnologie, come quelle che verranno proposte da Cinemeccanica – per l’ottavo anno Technical Partner di Ciné – sia in sala che nell’ambito del Trade Show, l’area espositiva – già sold out – allestita al terzo piano del Palacongressi di Riccione per oltre 450 metri quadri, per garantire a tutto il pubblico giornate di profittevoli incontri e relazioni commerciali.  Spazio anche all’aggiornamento professionale con il convegno, promosso dalle associazioni di categoria a cura di Box Office e con gli ANICALAB, appuntamenti di confronto su temi della produzione, della distribuzione e dell’esercizio.

Rinnovate inoltre importanti collaborazioni con storici partner come l’Emilia-Romagna Film Commission, con cui verrà realizzato, il 2 luglio in apertura della manifestazione, un momento professionale, durante il quale le case di produzione, sostenute dal fondo regionale per l’audiovisivo, potranno presentare i propri lungometraggi tramite un teaser e una breve presentazione. A seguire un focus sulla indagine in corso, che vede la collaborazione di AGIS Emilia-Romagna e Osservatorio dello Spettacolo della Regione Emilia-Romagna, finalizzata a scoprire e valorizzare il mondo degli esercenti, tra difficoltà e buone pratiche.

A Riccione per Ciné anche le telecamere di Sky Cinema che seguiranno le convention e gli eventi con interviste ai protagonisti e rubriche di approfondimento che andranno in onda in prima serata all’interno del programma 100X100Cinema dedicato al mondo del cinema, in onda tutti i giorni alle 21.00 su Sky Cinema Uno e Sky Cinema Due.

Non mancheranno, inoltre, una serie di eventi offerti al pubblico riccionese, nell’ambito dei progetti di CinéMax e CinéCamp (il programma di eventi dedicato alla generazione under 16, realizzato in collaborazione con il Festival di Giffoni), grazie anche all’allestimento dell’Arena in Piazzale Ceccarini, in collaborazione con Cineproject, che ospiterà una rassegna cinematografica a cielo aperto e da quest’anno anche Cine@donna, tre serata di cinema al femminile ideate in collaborazione con Giometti Cinema.

Anche il Dipartimento Educativo di Cinecittà si Mostra si trasferisce al Cinécamp di Riccione con due laboratori didattici dedicati al cinema, ai suoi retroscena e a Cinecittà.  Per il gruppo 10-13 anni The make believe: un’attività per comprendere i trucchi della finzione cinematografica e alcuni effetti speciali. I partecipanti potranno diventare protagonisti di inediti scenari, sperimentando il matte painting. Mentre per i ragazzi dai 14 ai 16 anni One Minute Shoot: un laboratorio per conoscere e sperimentare le principali caratteristiche del linguaggio cinematografico attraverso la storia del cinema, nel quale ideare e realizzare brevi “video cinematografici” ispirati ai celebri film di “un minuto Lumière” e alle fantasmagorie di Georges Méliès. In omaggio per tutti i partecipanti la rivista Eye Screen, il bimestrale di cinema junior edito da

Istituto Luce Cinecittà.

Sempre riservato ai partecipanti di CinéCamp, tutti i segreti del doppiaggio nel laboratorio Quella voce la conosco! – come trasformare un film dalla lingua originale all’italiano a cura di D-Hub studios e Backlight Digital.

Il programma delle giornate al link:
http://www.cinegiornate.it/

La narrativa italiana a Los Angeles incontra i produttori Usa

Una giornata dedicata all’intreccio tra cinema e letteratura che si terrà il 25 giugno a Los Angeles presso il Mr. C Hotel Beverly Hills davanti a una platea di produttori statunitensi delle principali compagnie cinematografiche e piattaforme digitali. Edoardo Albinati, Tiziana Triana e Stefania Auci, sono i tre scrittori italiani prescelti per “Italian Stories Day”.

A seguire APA e Italian Film Commissions coordineranno una sessione di incontri one-to-one tra una delegazione di produttori italiani e i rappresentanti di top player americani dell’audiovisivo e delle piattaforme digitali.

“Italian Stories Day” è promosso da SIAE-Società Italiana degli Autori ed Editori, Istituto Luce Cinecittà, APA – Associazione Produttori Audiovisivi, e Italian Film Commissions.

IDM Film Fund & Commission: online la terza call per finanziamenti

C’è tempo fino al 18 settembre 2019 per fare domanda di finanziamento a IDM Film Fund & Commission per la terza e ultima call dell’anno. È possibile richiedere il sostegno alla produzione e pre-produzione di film, documentari e serie tv realizzati totalmente o in parte in Alto Adige: maggiori info e modulistica a questo link.

Attraverso un supporto economico e logistico, IDM attira in Alto Adige investimenti per sviluppare e rafforzare le infrastrutture cinematografiche che contribuiscono alla crescita del territorio nel mercato del cinema italiano e internazionale, ponendosi da tramite per la nascita di co-produzioni tra l’Italia e i confinanti Paesi di lingua tedesca.

Per illustrare a registi e produttori le opportunità del Film Fund e la varietà delle location offerte, la Film Fund & Commission organizza ogni anno in Alto Adige PLACES, un Location Tour di tre giorni per vivere una straordinaria full immersion tra montagne e paesaggi spettacolari ma anche interni insoliti, miniere, castelli, siti industriali e altri scorci meno noti, dove girare i propri progetti. Quest’anno PLACES si terrà dal 9 all’11 ottobre. Produttori, registi, location scout, organizzatori generali e responsabili di produzione italiani e internazionali possono inviare la propria candidatura entro il 15 settembre a Irene.Ammaturo@idm-suedtirol.com.

L’ultimo saluto al Maestro

Il mondo dello spettacolo ha dimenticato Franco Zeffirelli nel giorno del suo funerale. La città di nascita del grande regista si è stretta intorno attorno a lui e ai suoi due figli adottivi, tanto che lunedì la camera ardente è stata visitata da oltre settemila persone, un fiume ininterrotto che per tutto il giorno è sfilato davanti al feretro nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Ma ieri al maestro è mancato proprio l’omaggio dei colleghi di cinema, teatro e musica.
Nessuna star c’era ieri nel Duomo di Firenze, la cattedrale di Santa Maria del Fiore, gremita ma non troppo (c’erano circa mille persone), che per la prima volta dalla morte del poeta Mario Luzi ha ospitato un funerale solenne. A rappresentare il cinema solo Giampaolo Letta, ad di Medusa, con il padre Gianni, presidente onorario della Fondazione Zeffirelli. E con loro, le amiche di una vita, le gemelle Alice ed Ellen Kessler, arrivate sabato dalla Germania. A rendergli omaggio anche la soprano Katia Ricciarelli, corsa a Firenze nonostante gli impegni, e l’attore inglese Leonard Whiting, protagonista del Romeo e Giulietta diretto da Zeffirelli nel 1968.

Regista celebrato in tutto il mondo, in Italia ha trovato anche indifferenza se non proprio ostilità, come ha ricordato Gianni Letta parlando in Duomo al termine del funerale: «Chi lo conosceva sapeva che si portava dentro un cruccio: non riusciva a capire come in tutto il mondo lui fosse accolto e celebrato come il simbolo del genio italiano, mentre nel suo paese, nella sua città, nella sua Patria, non tutti avessero la forza di proclamarlo e di riconoscerlo. Forse – ha aggiunto Letta – questo è avvenuto perché in passato aveva avuto qualche atteggiamento che poteva essere divisivo; forse perché aveva un carattere per cui diceva ciò che pensava, come sempre dovrebbero fare i cittadini liberi, e come sempre devono fare gli artisti».

Letta ha poi ringraziato il sindaco Dario Nardella e ha ricordato l’impegno per l’apertura a Firenze della Fondazione Zeffirelli, un gesto con cui la città «gli ha regalato l’ultima grande gioia della sua vita», offrendo al maestro «ancora in vita, quell’abbraccio che oggi la città gli ha dato». Il ricordo di Zeffirelli quindi non si spegnerà, come ha sottolineato Nardella: «Oggi il maestro ci lascia uno dei progetti a cui ha lavorato di più negli ultimi anni, il Centro internazionale delle arti e dello spettacolo, che ha sede con la sua Fondazione qui a Firenze. Siamo onorati di ricevere questo testimone». Infine, rivolto ai figli del regista, Pippo e Luciano: «Saremo sempre con voi nel portare avanti i progetti a cui teneva, e mi auguro che lo Stato e le grandi istituzioni culturali ci possano aiutare». Una prima risposta è arrivata da Mogol, presidente Siae: «Zeffirelli era socio Siae dal 1968 e per noi sarà un onore partecipare a un progetto che possa portare avanti la sua figura e la sua lezione».

LE ISTITUZIONI
Se lo star system ha disertato l’ultimo saluto al regista, non altrettanto hanno fatto le istituzioni, con il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli; il presidente della Toscana, Enrico Rossi; il Comune di Positano, dove Zeffirelli aveva una villa e a lungo ha vissuto e dove, come a Firenze, ieri è stato decretato il lutto cittadino. «È stato emozionante, meglio di così non si poteva fare», ha detto il figlio Pippo. Il regista sarà tumulato oggi nel cimitero delle Porte Sante, accanto all’abbazia di San Miniato al monte, dove si trovano le tombe di fiorentini illustri come Pietro Annigoni, Enrico Coveri, Carlo Collodi, Vasco Pratolini, Mario Cecchi Gori.

cit. Il Messaggero
di Omero Cambi

Bando Mecenate per il sostegno alla produzione audiovisiva anno 2019

Nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro Sensi Contemporanei – Toscana per il cinema, intervento C.2 Sostegno alle produzioni audiovisive, è online il bando mecenate per il sostegno alla produzione audiovisiva per l’anno 2019.

Le domande dovranno pervenire entro le ore 23:59 del 6 luglio 2019.
Al link il bando con le informazioni e i moduli che compongono il Dossier di candidatura:

https://www.toscanafilmcommission.it/bandi/

SICILIA: 1,5 MILIONI PER I COFINANZIAMENTI ALLE OPERE AUDIOVISIVE

È online sul sito della Sicilia Film Commission, il bando firmato dall’assessore al Turismo, sport e spettacolo della Regione Siciliana per il cofinanziamento di opere audiovisive da realizzare sul territorio regionale. Il bando è gestito dall’Ufficio speciale per il Cinema e l’Audiovisivo / Sicilia Film Commission nell’ambito del progetto Sensi Contemporanei ed è finanziato con risorse del Patto per la Sicilia – Fsc 2014-2020.

Si rivolge a società di produzione italiane, europee e extraeuropee per il cofinanziamento di lungometraggi per cinema e tv, serie tv (anche in forma di documentario), documentari e cortometraggi per importi che non potranno superare il 50% delle spese ammissibili.

L’importo messo a bando, €1.525.000, ulteriormente implementabili, è così ripartito:

  • €1.075.000 per lungometraggi a soggetto di produzione cinematografica o televisiva, serie TV a soggetto;
  • €400.000 per documentari e serie TV documentarie;
  • €50.000 per cortometraggi.

L’importo massimo della misura del cofinanziamento sarà:

  • €200.000 per lungometraggi a soggetto di produzione cinematografica o televisiva, serie TV a soggetto;
  • €40.000 per documentari e serie TV documentarie;
  • €15.000 per cortometraggi.

L’investimento sul territorio regionale dovrà essere pari almeno al 100% dell’importo concesso. Le opere devono valorizzare le peculiarità del territorio siciliano, non sono ancora in fase di lavorazione, oppure hanno avviato le riprese non prima del 1° gennaio 2019.

Il dossier di candidatura sarà disponibile sulla pagina del sito istituzionale dell’Assessorato Turismo, Sport, Spettacolo della Regione Siciliana – Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo / Sicilia Film Commission entro una settimana.

I termini per la presentazione delle domande si chiuderanno il 6 agosto 2019.