Roberto Stabile nuovo presidente della Lucana Film Commission

E’ Roberto Stabile, responsabile delle relazioni internazionali Anica (l’associazione che rappresenta l’industria cinematografica italiana), il nuovo presidente della Lucana Film Commission: è stato nominato dalla Regione Basilicata insieme a un altro consigliere, il materano Francesco Porcari. Su un terzo nome si stanno facendo ulteriori verifiche di eventuali incompatibilità. Il nuovo organigramma prende forma dopo la gestione di Paride Leporace, direttore con cui la Lfc è nata nel 2013. A lui il sindaco di Potenza, il rappresentante del primo cittadino di Matera e i due presidenti di Provincia hanno espresso, a margine della nomina di Stabile, il loro ringraziamento per il lavoro svolto. Leporace non può essere prorogato, dunque il nuovo Consiglio di amministrazione della Lucana Film Commission dovrà promuovere un avviso pubblico per assumere un nuovo direttore. “E’ un grandissimo onore – dice Stabile – che ha voluto tributarmi una grande Regione, sono ben consapevole della mole di lavoro che mi aspetta e accetto la sfida. Conosco le problematiche delle Film Commission, rappresentandole presso ICE, assieme alle principali Associazioni dell’Audiovisivo da tanti anni, e sono pronto a lavorare con il supporto della Regione e in collaborazione con il Coordinamento Nazionale delle Film Commission, per fare in modo che, la Basilicata, terreno naturale per importantissime produzioni audiovisive, diventi la casa di future produzioni nazionali e internazionali potendo fornire servizi di prim’ordine e fondi che valorizzino la già forte, attrazione data dalle bellezze del territorio. È un momento di crisi mondiale, il settore audiovisivo avrà l’opportunità, anche con un sano utilizzo dei Fondi che ci verranno dall’Europa, di trainare l’intero Paese nella rinascita e presenza nei principali Mercati. La Lucana Film Commission, in collaborazione con la Regione, con tutte le realtà territoriali, con la Direzione Generale Cinema, con Istituto Luce Cinecittà e con il Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione internazionale assieme a tutte la Associazioni dell’Audiovisivo nazionali, sono certo che farà la sua parte. Ringrazio quindi il Presidente della Regione, Vito Bardi e tutto il Consiglio per la nomina che mi onora e il Presidente dell’Anica, Francesco Rutelli, per concedermi la possibilità di mettere la mia esperienza al servizio di questo nuovo compito”.