Sorriso Diverso Venezia Award – Interviste

Il premio collaterale di Critica Sociale si inserisce nell’ambito della “mission” del cinema di interesse sociale che valorizza le diversità e protegge le fragilità delle persone.

Guarda le interviste a questo link:

https://www.rai.it/raicinema/video/2020/09/Sorriso-Diverso-Venezia-Award—Interviste-5dbcc75b-7cac-4b4b-97f7-22221c132673.html

Per il decimo anno consecutivo, si rinnova la collaborazione tra la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e la Dream On che eredita il premio di Critica Sociale “Sorriso diverso Venezia Award” dall’organizzazione del Festival internazionale del film corto Tulipani di seta nera, l’Università cerca lavoro e la TSN srls. Presidente del Premio è Diego Righini mentre Direttore artistico è Paola Tassone. Il premio collaterale “Sorriso Diverso Venezia Award” si è svolto presso l’Hotel Excelsior, nello Spazio Incontri Venice Production Bridge. Madrina dell’evento è stata Valeria Marini.

La Giuria di esperti del mondo del cinema, composta da Catello Masullo (Presidente di Giuria), Paola Dei (vice Presidente di Giuria), Armando Lostaglio, Rossella Pozza, Marcello Zeppi, hanno decretato il “Miglior Film Italiano” e il “Miglior Film Straniero”, confrontandosi su diversi film che hanno fatto parte di quelli in Concorso per il Leone d’Oro e nella sezione Orizzonti.

Miglior Film Italiano sono stati premiati “Non odiare” di Mauro Mancini e “Notturno” di Gianfranco Rosi, presenti i produttori Donatella Palermo e Paolo Del Brocco.

Miglior Film stranieri sono “Selva tragica” della messicana Yulene Olaizola e “Listen” della portoghese Ana Rocha de Sousa.

Il premio Viaggio Turismo ENIT è stato assegnato al film “Padrenostro” di Claudio Noce dalla giuria composta dal direttivo di IFC Italian Film Commission con la Presidente Cristina Priarone – Direttore Generale di Roma Lazio Film Commission, il Vice Presidente Paolo Manera Direttore di Torino Piemonte Film Commission e il Vice Presidente Italian Luca Ferrario –Direttore di Trentino Film Commission.

Grande soddisfazione viene espressa dal presidente Diego Righini e Paola Tassone per l’assegnazione di questi premi a film davvero importanti sotto l’aspetto della critica sociale. Catello Masullo, presidente della Giuria, ha sottolineato l’eccellenza della produzione cinematografica di questa 77 Mostra, con la sfida finora vinta dalla Biennale di Venezia e dal direttore Alberto Barbera di portare a termine la più antica Mostra di Cinema al mondo, nonostante il difficile momento.