Trentino Film Commission: 13 i progetti approvati nella prima call

Trentino Film Commission ufficializza i 13 i progetti approvati nella prima call 2021 che hanno ottenuto il contributo a fondo perduto destinato al finanziamento di opere cinematografiche, di fiction, di animazione, di serie, di documentari e di programmi per la televisione, sia nazionali sia internazionali, e conferma la scadenza per la presentazione della seconda call, fissata al 15 giugno 2021 (qui il link alla pagina del regolamento).

Tra i 13 progetti approvati due lungometraggi tratti da libri di grande successo: Io, trafficante di virus diretto da Costanza Quatriglio e prodotto da Picomedia srl, ispirato all’omonimo romanzo di Ilaria Capua che racconta la storia della virologa di fama mondiale e Nina dei lupi diretto da Antonio Pisu e prodotto da Genoma Films srl, ispirato al libro di Alessandro Bertante finalista al Premio Strega 2011.

Ci sono poi due ritorni: Renzo Carbonera, regista di Resina, sceglie nuovamente il Trentino per il suo secondo lungometraggio dal titolo Takeaway, prodotto da 39 Films srl e Din Don 3 e 4, tv movie per Italia 1 diretto da Paolo Geremei e prodotto da Sunshine Production srl, che torna in Trentino anche per i set legati a queste due nuove stagioni. Tra i nuovi progetti spazio anche ai più piccoli con due progetti del regista Sergio Manfio e prodotti da Gruppo Alcuni srl: Mini cuccioli – Avventure nel Trentino, e Avventura al MUSE.

Per quanto riguarda le produzioni cinematografiche e televisive i registi Gianfilippo Pedote e Giliano Carli gireranno in Trentino il film che racconta la storia del soldato ungherese, Peter Pan, deceduto in guerra nel 1918 dal titolo L’isola che non c’è. La vera storia di Peter Pan, prodotto da Jolefilm srl.

Tra i progetti di produzioni locali approvati nella prima call 2021 torna la serie prodotta da GiUMa Produzioni e diretta da Mario Barberi, dedicata al lavoro dei boscaioli nelle aree colpite dalla tempesta Vaia, che si abbatté sul Trentino nell’autunno del 2018, Undercut – L’oro di legno IV stagione; il lungometraggio del regista trentino Sebastiano Luca Insinga e prodotto da Jump Cut srl, My funny quarantine, e infine il documentario dal titolo Il mio amico Massimo, diretto da Alessandro Bencivenga  e prodotto da Screen Studio srl, che ripercorre la vita di Massimo Troisi.

Completano l’elenco dei progetti approvati in questa prima call, tre documentari: Il canto del respiro di Simona Canonica e prodotto da Redibis Film srl, Simonino e l’invenzione del colpevole diretto da Luca Criscenti e prodotto da Land Comunicazioni srl e Ateneo del Trentino di Dario Baldi prodotto da Frog N Roll.