Film commissions

Ischia Film Festival

The eighteenth edition will take place from June 27 to July 4 with guests such as Marco D’Amore, Giampaolo Morelli, the cast of “My Brilliant Friend”, Francesco Di Leva, Lillo Petrolo, Nando Paone, Alessandro Roja, Susy Laude

Lifetime Achievement Award to Sergio Rubini

80 selected works from 31 countries all over the world, 55 of which in competition

The Ischia Film Festival is going to be the first international live event held in Italy after the health emergency. The eighteenth edition will take place using a double formula, partly also online, from June 27 to July 4, 2020 by exploring the bond between cinema and location, according to the format of the festival.

Among the guests who are going to be in Ischia for this year’s edition there are: actors Giampaolo Morelli, Susy Laude, Alessandro Roja, Silvia D’Amico. Leading actor of the TV series “Gomorra” Marco D’Amore with his directorial debut “L’immortale”. Francesco Di Leva for Mario Martone’s “Il sindaco del rione Sanità”. Comedy actor Lillo Petrolo with his directorial debut “D.N.A. – Decisamente non adatti”. Director Carlo Luglio with his World Premiere “Il ladro di Cardellini”. In addition, the “stars” of the TV series “My Brilliant Friend. The Story of a New Name”: Gaia Girace, Margherita Mazzucco, Giovanni Amura, Francesco Serpico and Elvis Esposito who are coming back to Ischia after filming a couple of episodes of the second season.

The Life Achievement will be awarded to the actor, director and screenplay writer Sergio Rubini who will tell the audience of the festival about the privilege of working with Fellini, Tornatore, Salvatores, Muccino, Monicelli, Veronesi, Scola. In the previous years Ken Adam, Vittorio Storaro, Abel Ferrara, Pupi Avati, Amos Gitai, Pasquale Squitieri, John Turturro and Michele Placido have been awarded among others.

Movie screenings at the Aragonese Castle’s Piazza D’Armi will be held according to the health regulations.

“We are proud to announce this year’s guests live presence, our most heartfelt thanks go to them. – says Michelangelo Messina, festival’s artistic director. I would like to thank the whole team as well. It has never stopped throughout the lockdown and it managed to complete the evaluation of 700 entries from all over the world. Therefore, we are giving a good sign of recovery for the film industry from Ischia’s extraordinary and privileged spot”.

The 2020 selection is made up of 80 works between fiction and documentary, 55 of them in competition and 15 out of competition from 31 countries. Some of them have a really low audiovisual production such as Bangladesh, Kirghizistan and Bielorussia, but also from diametrically opposed cultures such as the United States and Russia, Iran and Israel, European countries whose audiovisual production does not easily reach us like Finland, Ireland, Poland, Greece and from afar, like Argentina, Japan and New Zealand. A journey across the world which is able to focus on highly topical issues: from the environment to gender-based violence, to social committment, historical reinterpretations and intimist meditation.

The confirmed sections are Feature films, Short films, Denied Location, Campanian Scenarios and this year’s addition, a new section dedicated to Animation works. 65% of the selected films is a premiere. Among the 51 premieres, 14 are World ones, 9 are European ones e 28 Italian ones. Compared to the previous years, these works are not going to be screened at the Aragonese Castle, but they are going to be available to watch on the festival’s self-produced platform www.ischiafilmfestivalonline.it by registering an account for free . Films are going to be available to watch within the 24 hours of the scheduled screening day only. The opening movie is going to be “Kathleen” by Liam O’Neil, a director who passed away as a result of Coronavirus. The winning works are going to be chosen by the jury composed by Karin Hoffinger, head of the International Relations at the Berlinale, by film critics Zlatko Vidackovic, artistic director at the Pola Film Festival and Emanuela Martini, director of the Turin Film Festival (feature films); by journalist Oscar Cosulich, by screenplay writer, director and actor Massimo Gaudioso and art historian Tommaso Strainati (denied location); by director, animator and illustrator Marino Guarnieri, by director Lorenzo Latrofa and director, screenplay writer and animator Francesco Filippi (animation); by actor Fabio De Caro, by psychiatrist and journalist Ignazio Senatore, producer and director Emanuele Palamara (short films and Campanian Scenarios).

The festival keeps following its path, bound to cinematographic works as an expression of territorial and cultural identity. It is hosting online the 18th International Film-Induced Tourism Convention along with the support of the Campania Region Film Commission on Friday, July 3, with the participation of leading international representatives of the Film-Induced Tourism phenomenon (Anica, Dgc, ItalyForMovies and the film commissions of Spain, Austria, England, Marche and Campania among others). This edition’s topic is “Future scenarios of audiovisual and post- coronavirus Film-Induced Tourism”

Ischia Film Festival is held under the High Patronage of the European Parliament, with the contribution of Campania Region (Directorate of cultural and touristic policies) and the General Cinema Direction of the BiBACT. 

Il cinema “Made in Sardegna” verso la ripartenza

Mentre il cinema ricomincia a muovere i primi passi verso la ripresa dopo il lockdown, i riconoscimenti ai professionisti isolani e la pubblicazione di nuovi bandi da parte della Regione Autonoma della Sardegna sottolineano una ripresa vivace dopo la pausa forzata degli ultimi mesi.

Si inizia con il fondo nato per celebrare l’arte, la storia, la natura e la qualità della vita della nostra isola attraverso la realizzazione di cinque cortometraggi d’animazione per i più piccoli doppiati in lingua sarda: questo l’obiettivo del bando “Interventi di doppiaggio in lingua sarda di opere audiovisive di animazione”, fortemente voluto dalla Regione Autonoma della Sardegna per promuovere la specificità identitaria linguistica e favorire la trasmissione intergenerazionale delle competenze linguistiche.

I risultati del bando sono stati annunciati dall’assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione Andrea Biancareddu: «È fondamentale sostenere il cinema e la filiera audiovisiva in questo delicatissimo momento di ripresa, dalle arene estive ai festival che ripartono, dalle tante richieste di location scouting e visite di troupe televisive che vogliono raccontare la nostra isola e le sue storie, anche attraverso l’animazione. Ci sembra prezioso divulgare per i più giovani opere di animazione originali in lingua sarda, da mesi in cantiere e pensate da produttori, autori ed editori insieme ai giovani talenti dell’illustrazione isolana».

I progetti selezionati sono: “28 abrile 1794: sa die de sa Sardigna”, diretto e animato da Bruno Olivieri, scritto da Francesco Cheratzu e Daniele Mocci e prodotto da Condaghes; “Pensaci” di Peter Marcias, animato da Giorgia Atzeni, scritto da Marco Porru e prodotto da Capetown; “Il volo di Aquilino” diretto da Davide Melis, scritto da Giacomo Pisano e prodotto da Karel; “Faulas si credia”, scritto, diretto e animato da Michela Anedda e prodotto da Mommotty  e infine “La Rondine”, diretto e animato da Elenora Gambula e prodotto da Il Circolo della Confusione di Claudio Marceddu.

L’assessore Biancareddu ha annunciato inoltre l’apertura a partire dalla data di oggi del fondo a sportello di 250.000 euro per l’attività di esercizio cinematografico con la finalità di promuovere il cinema Made in Sardegna e le attività di educazione all’immagine per le scuole regionali di ogni ordine e grado, incaricando la Fondazione Sardegna Film Commission di attivare l’istruttoria. Tutte le informazioni relative al bando sono reperibili sul sito della Regione Autonoma della Sardegna e sul sito della Fondazione Sardegna Film Commission www.sardegnafilmcommission.it.

Sul fronte dei riconoscimento agli autori e ai professionisti del cinema “Made in Sardegna”, sono diverse le buone notizie delle ultime settimane, a partire dalla partecipazione della costumista Stefania Grilli  al film “Last words” di Jonathan Nossiter, in selezione ufficiale al Festival di Cannes.

Dal fronte documentario, “Flotando” di Valentina Bifulco è stato recentemente premiato al Bangalore Shorts Film Festival. Valentina Bifulco, sociologa e giornalista, cagliaritana ma con alle spalle numerose esperienze nazionali e internazionali di cooperazione e integrazione culturale, ha deciso di raccontare con la macchina da presa l’ultimo progetto umanitario a cui ha preso parte in Nicaragua, con un’attenzione  speciale alle storie dell’infanzia e alla condizione femminile, uno sguardo che non si sofferma soltanto sulla tragedia ma che è capace di raccontare la speranza e il cambiamento. Il documentario, premiato da una giuria internazionale, è stato montato da Fabio Ortu, prodotto da Terra de Punt e Entulas Intercultura e  ha beneficiato del supporto della Fondazione Sardegna Film Commission della Regione Autonoma della Sardegna. Premiato anche il surfista

Mentre il documentario “Back to the roots, Sardegna!” del surfista Alessandro Piu, primo e unico nel suo genere ambientato in Sardegna, ha vinto il 2020 International Surf Film award del Great Lakes Surf Film Festival, il festival canadese che ogni anno seleziona le migliori opere internazionali dedicate al surf. Il documentario di Alessandro Piu, classe 1989, nato e cresciuto sul’isola ma abituato a girare il mondo grazie al suo amore per lo sport, è un viaggio con protagonista la Sardegna, alla riscoperta delle proprie radici, alla ricerca della prossima onda da surfare.

E infine buone notizie anche dal settore animazione, dove “Un viaggio a Teulada” di Nicola Contini, tra i sei progetti selezionati per il MIFA 2020 – il Market Internazionale del Festival di Animazione di Annecy – si è aggiudicato il TitraFilm Prize nella categoria lungometraggi. Il film disegnato da Riccardo Atzeni, prodotto da Mommotty e Isla production, con il supporto del Cnc francese, del MiBACt, del Fondo della Regione Sardegna e il sostegno della Fondazione Sardegna Film Commission, racconta tramite una storia intima e personale dedicata agli adolescenti e giovani adulti, la nascita delle servitù militari in Sardegna a partire dal secondo dopoguerra. “Viaggio a Teulada” è uno dei primi progetti coinvolti nel laboratorio di formazione e produzione permanente promosso dalla Fondazione NAS, Nuova Animazione in Sardegna.

«È confermato l’impegno della regione anche per il supporto promozionale dei talenti isolani a festival e mercati internazionali – conclude l’assessore Biancareddu  – Siamo felici dei riconoscimenti internazionali per i professionisti sardi del cinema, siamo al loro fianco e lavoriamo tutti insieme affinché  questo sia solo l’inizio di una grande stagione di successi».

Negli ultimi giorni via libera anche alla ripresa di set e location scouting in Sardegna: numerosi i progetti di film, format e serie tv che a breve torneranno sull’isola con l’assistenza della Film Commission. Per preparare in assoluta sicurezza il lavoro delle troupe cinematografiche in Sardegna, la Fondazione ha annunciato per la fine giugno l’organizzazione di una attività formativa a distanza rivolta ai produttori, con l’obiettivo di avviare soluzioni concrete per l’applicazione del protocollo anti-Covid 19 sui set isolani.

Approfondimento: I PROGETTI VINCITORI DEL BANDO “Interventi di doppiaggio in lingua sarda di opere audiovisive di animazione”

“28 abrile 1794: sa die de sa Sardigna” (Storia, archeologia e leggende della Sardegna), diretto e animato da Bruno Olivieri, scritto da Francesco Cheratzu e Daniele Mocci e prodotto da Condaghes I moti che passarono alla Storia come “Vespri sardi” e che culminarono con la cacciata del viceré e dei funzionari piemontesi da Cagliari e dalla Sardegna per celebrare e far conoscere ai più piccoli personaggi come Vincenzo Cabras ed Efisio Siotto Pintor, Vincenzo Sulis, Giovanni Maria Angioy e Francesco Ignazio Mannu. L’opera verrà realizzata tramite la tecnica tradizionale delle illustrazioni a colori animate in 2D.

“Pensaci” (Flora e fauna), diretto da Peter Marcias, animato da Giorgia Atzeni, scritto da Marco Porru e prodotto da Capetown. La piccola Martina, immersa nella natura di Capo Teulada, imparerà delle lezioni molto importanti sull’equilibrio delle relazioni umane. L’opera, realizzata con la tecnica del collage animato, verrà doppiato dalle attrici sarde Elisa Pistis, Pietrina Menneas e Lia Careddu. Le musiche sono del compositore Stefano Guzzetti.

“Il volo di Aquilino” (Personaggi illustri sardi), diretto da Davide Melis, scritto da Giacomo Pisano e prodotto da Karel. L’incontro tra l’ormai anziano Aquilino Cannas – intellettuale, scrittore, editorialista e tra i poeti più noti e amati di Cagliari – e un fenicottero giunto sulla sua terrazza, fornisce l’occasione per un dialogo commosso tra il poeta e l’animale in lingua sarda, la lingua del poeta e la lingua che la “genti arrubia” è abituata a sentire da quando ha scelto Molentargius come propria casa. Le illustrazioni di Vania Isabelli verranno animate da Matteo Fadda, mentre Elio Turno Arthemalle e Antonella Puddu saranno le voci narranti e Francesco Medda (Arrogalla) l’autore delle musiche.

“Faulas si credia” (Antropologia, tradizione e arte) scritto, diretto e animato da Michela Anedda e prodotto da Mommotty. Il corto è una raccolta di detti della tradizione popolare, di stereotipi e modi di dire contestualizzati all’interno di filastrocche che ne spiegano il significato, sotto forma di favola. L’opera verrà realizzata con la tecnica della stop motion, sarà doppiata da Michela Atzeni e avrà le musiche di Emanuele Contis.

“La Rondine” (Sostenibilità, cambiamento climatico e qualità della vita), diretto e animato da Elenora Gambula con la tecnica del rotoscope digitale e prodotto da Il Circolo della Confusione di Claudio Marceddu. Un gruppo di bambini salvano e curano una rondine che non riesce più a volare con l’aiuto dell’anziana Zia Rachele: l’avventura sarà l’occasione per parlare dei temi del cambiamento climatico, dell’ecologia e dello sviluppo industriale. Le voci saranno di Monica Zuncheddu e Tiziana Furcas, mentre Daniele Arca  firmerà le musiche.

Toscana Film Commission è pronta ad accogliere i nuovi set in sicurezza

Il protocollo sanitario, messo a punto per la ripresa delle produzioni, prevede in dettaglio i comportamenti da tenere e gli strumenti da utilizzare per lavorare in serenità e in salute.
TFC ha individuato i diversi laboratori di analisi toscani che effettuano il test sierologico, sia qualitativo che quantitativo, per la ricerca di anticorpi anti Covid-19. Tutti sono disponibili a spostarsi sui set per effettuarli in loco.
TFC, inoltre, in collaborazione con i Comuni toscani, sta mappando tutti gli spazi extra, ampi e accessibili, da dedicare all’accoglienza delle produzioni, dai teatri di posa ai cineporti, alle aree adatte alla logistica, per rispondere in maniera efficace alle nuove esigenze dei set.

GUARDA IL WEBINAIR “ALL SET – ITALIAN FILM COMMISSIONS AND PRODUCTION OPPORTUNITIES”

Il 23 giugno si è tenuto al Marché du Film – Festival de Cannes il webinar: “All Set -Italian Film Commissions and production opportunities”. IFC Italian Film Commission e Italy for Movies, portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione, hanno presentato le opportunità per le produzioni internazionali in Italia. Sono intervenuti i rappresentanti delle Film Commission italiane e Roma Lazio Film Commission.

All Set -Italian Film Commissions and production opportunities

Il #23Giugno alle 11:30 al Marché du Film – Festival de Cannes il webinar: “All Set -Italian Film Commissions and production opportunities”.

IFC Italian Film Commission e Italy for Movies, portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione, presenteranno le opportunità per le produzioni internazionali in Italia. Saranno presenti i rappresentanti delle Film Commission italiane.

#iosonocultura2020: Italian Film Commission tra le best practice del settore AUDIOVISIVO

Fondazione Symbola, in collaborazione con Unioncamere, realizza rubrica #iosonocultura2020 un rapporto che annualmente raccoglie tendenze, best practice e dati sulle industrie culturali e creative italiane.

Quest’anno Italian Film Commission è tra le best practice del capitolo dedicato al settore AUDIOVISIVO, in cui viene messo in evidenza il lavoro svolto dalle film commission per la promozione dei territori. Il capitolo AUDIOVISIVO è realizzato in collaborazione con Bruno Zambardino e Giulia Elena Berni. Vai al sito: https://www.symbola.net/approfondimento/audiovisivo-sfide-covid-come-eravamo-ritorno-futuro/?utm_medium=Organic&utm_campaign=iosonocultura&utm_source=Partner-source&utm_content=https://www.symbola.net/approfondimento/audiovisivo-sfide-covid-come-eravamo-ritorno-futuro/&utm_term=

Da quest’anno tutti i contributi della ricerca sono raccolti in una rubrica #iosonocultura2020 con uscite settimanali sul sito della Fondazione.

SUMMER SCHOOL “LA CRITICA CINEMATOGRAFICA” PER IL CENTRO STUDI DI APULIA FILM COMMISSION

AL VIA, A PARTIRE DA GIOVEDI’ 4 PER QUATTRO APPUNTAMENTI FINO AL 12 GIUGNO, LA II EDIZIONE DELLA SUMMER SCHOOL “LA CRITICA CINEMATOGRAFICA”, INIZIATIVA A CURA DELLA RIVISTA “FATA MORGANA WEB” CON LA DIREZIONE SCIENTIFICA DI ROBERTO DE GAETANO E IL SOSTEGNO DI REGIONE PUGLIA E APULIA FILM COMMISSION.

Al via, giovedì 4 e fino venerdì 12 giugno, il primo dei quattro appuntamenti della seconda edizione della Summer School “La critica cinematografica“, che quest’anno è realizzata in modalità telematica sulla piattaforma Teams dell’Università del Salento. La scuola è ideata e realizzata dalla redazione di Fata Morgana Web diretta dal professor Roberto De Gaetano nell’ambito delle attività del Centro Studi Apulia Film Commission, con il sostegno della Regione Puglia e della Fondazione Apulia Film Commission.

“Il tema della formazione e della ricerca è di prioritario interesse per Apulia Film Commission commenta Simonetta Dellomonaco, presidente di Apulia Film Commission-, dato che il cinema si propone da sempre come mezzo privilegiato per intercettare e proporre nuove visioni sul futuro, ma anche e soprattutto è la lettura multifocale del presente. Il Centro Studi e Ricerche di Apulia Film Commission è un importante organo statutario della nostra Fondazione. Si tratta della parte più intellettuale dell’ente, un organo di ricerca, appunto, capace di intercettare e nutrire le componenti di innovazione e le reti internazionali legate sia al dibattito contemporaneo sullo sviluppo dei nuovi linguaggi dell’audiovisivo, sia alla trattazione esplicita delle tematiche e dei formati correnti del cinema”.

Alla selezione sono pervenute le domande di 117 allievi, mentre i partecipanti ai lavori complessivi della scuola sono 20 ai quali si aggiungono 70 uditori delle sessioni mattutine. Le lezioni dei relatori provenienti dalle maggiori università nazionali e internazionali, incentrate sui temi più dibattuti all’interno della comunità scientifica in merito al problema dell’analisi e della valutazione dell’opera cinematografica e audiovisiva, verranno successivamente fornite “in chiaro” sulla piattaforma YouTube di Apulia Film Commission.

L’obiettivo del laboratorio pomeridiano, invece, è fornire le conoscenze e le competenze di base per la produzione e la gestione dei contenuti all’interno della redazione di una rivista digitale. Il laboratorio è stato progettato per sperimentare il flusso di lavoro che una rivista digitale gestisce quotidianamente, dall’editing di un articolo alla sua pubblicazione, fino alla sua diffusione sul web. Durante le quattro lezioni, la didattica frontale si alternerà̀ a discussioni e a esercitazioni che coinvolgeranno docenti e studenti.

All’avvio dei lavori, giovedì 4 giugno alle 9, sono previsti gli interventi dell’assessore regionale Loredana Capone, della presidente di Apulia Film Commission Simonetta Dellomonaco, del Magnifico Rettore Fabio Pollice e del Direttore del Dipartimento di Beni Culturali Raffaele Casciaro. A seguire, la prima lezione del professor Roberto De Gaetano (Università della Calabria) e la seconda lezione del professor Francesco Casetti (Università di Yale).

Di seguito il programma completo delle lezioni e dei laboratori.

GIOVEDÌ 4 GIUGNO 2020

9:00 | Saluti istituzionali e apertura dei lavori

Intervengono: Fabio Pollice (Rettore Università del Salento), Loredana Capone (Assessore al Turismo e Beni Culturali Regione Puglia), Simonetta Dellomonaco (Presidente Apulia Film Commission), Raffaele Casciaro (Direttore Dipartimento Beni Culturali Università del Salento), Francesco Ceraolo (Università del Salento), Luca Bandirali (componente del CdA di Apulia Film Commission), Roberto De Gaetano (Direttore “Fata Morgana Web”).

9:30 | Roberto De Gaetano (Università della Calabria) “La forma critica”

11:45 | Francesco Casetti (Università di Yale) “Tre domande impertinenti”

15:00/18:00 | Laboratorio di scrittura critica

VENERDÌ 5 GIUGNO 2020

9:30 | Alessia Cervini (Università di Palermo) “Il metodo della critica: vecchi e nuovi modelli”

11:30 | Roy Menarini (Università a Bologna) “Critica e cinefilia: intrecci e percorsi”

15:00/18:00 | Laboratorio di scrittura critica

GIOVEDÌ 11 GIUGNO 2020

9:30 | Francesco Ceraolo (Università del Salento) “Nuovi oggetti e nuove pratiche. Prospettive critiche su cinema e teatro”

11:30 | Luca Bandirali (Università del Salento) “La serie come narrazione concettuale. Un approccio critico alla nuova televisione”

15:00/18:00 | Laboratorio di scrittura critica

VENERDÌ 12 GIUGNO 2020

9:30 | Daniele Dottorini (Università della Calabria) “Il video-saggio come forma critica”

11:30 | Dork Zabunyan (Universitè Paris-8) “Cinema versus televisione? SergeDaney spettatore di Fellini telespettatore”

15:00/18:00 | Laboratorio di scrittura critica

Docenti del laboratorio: Alessandro Canadè (Università della Calabria), Massimiliano Coviello (Link Campus University), Angela Maiello (UniNettuno), Giacomo Tagliani (Università della Calabria), Nausica Tucci (Università della Calabria).

PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ DI LABORATORIO

Laboratorio Summer School 2020 Date: ​4 / 5 / 11 / 12 giugno 2020, ore 15:00-18:00

Durata:​ 4 lezioni da 3 ore

Docenti:​ Alessandro Canadè, Massimiliano Coviello, Angela Maiello, Giacomo

Tagliani, Nausica Tucci

Modalità di erogazione:

● creazione di una classe virtuale attraverso la piattaforma Teams;

● creazione di un blog del laboratorio al quale avranno accesso tutti i

partecipanti: ​https://summerschoolfmweb.altervista.org/

Prima lezione (4 giugno)

Docenti: Alessandro Canadè e Giacomo Tagliani

Parte 1. Le riviste culturali sul web

Contenuti​: presentazione ​Fata Morgana Web​ e delle riviste culturali online. Discussione​: quali sono le riviste che gli studenti leggono, perché?

Parte 2. Le immagini per la critica

Contenuti​: la dimensione visuale della critica online; l’utilizzo delle immagini per illustrare il testo e per promuoverlo; norme e limiti delle immagini online. Esercizio: ​individuare le immagini da associare agli articoli scritti dagli studenti per la selezione della Summer School; discussione.

Seconda lezione (5 giugno)

Docenti: Massimiliano Coviello e Nausica Tucci

Parte 1. “Leggere per correggere”: il lavoro dell’editor

Contenuti: ​ tecniche e strumenti per la revisione del testo

Esercizio di gruppo​: correzione collettiva di un testo su WordPress

Parte 2. Impaginare: come funziona WordPress

Contenuti​: Introduzione ai Content Management System (CMS), gestione del testo e delle immagini su WordPress, SEO per WordPress.

Esercizio​: guida al caricamento di un articolo su WordPress.

Esercizi da svolgere singolarmente durante la pausa settimanale della Summer School e da completare entro il 9 giugno.

1. Quale è la sequenza o il fotogramma di un film o di una serie tv che ha cambiato il tuo modo di pensare alle immagini? Scrivi un testo critico di 4000 battute (spazi inclusi) e impaginalo sul blog della summer school insieme a due immagini (​https://summerschoolfmweb.altervista.org/​)

2. Scrivi un testo per condividere il tuo articolo su Facebook, immaginando che venga pubblicato su ​Fata Morgana Web.​

Terza lezione (11 giugno)

Docenti: Massimiliano Coviello e Nausica Tucci

Scrivere sul web

Contenuti: ​ revisione e discussione degli articoli caricati dagli studenti.

Quarta lezione (12 giugno)

Docenti: Angela Maiello e Giacomo Tagliani

Reti culturali e social networking

Contenuti​: I social network e la newsletter nella promozione dei contenuti culturali. Esercizio​: revisione e discussione dei copy per i social network redatti dagli studenti.

Per informazioni:

Summer School “La critica cinematografica” (seconda edizione)

Date di svolgimento 4 / 5 / 11 / 12 giugno 2020

Luogo piattaforma Teams – Università del Salento

Mail fatamorganaweb.redazione@gmail.com

Sito www.fatamorganaweb.unical.it

CALL DEL FONDO “ITALIAN FILM COMMISSIONS & NETFLIX PER LE TROUPE”

Il Fondo “Italian Film Commissions & Netflix per le Troupe”è dedicato al supporto alle maestranze e alle troupe coinvolte dalla crisi legata alla pandemia Coronavirus, è rivolto ai lavoratori e alle lavoratrici assunti nelle troupe di produzioni audiovisive interrotte a causa dell’emergenza Covid-19, secondo i criteri stilati nel regolamento qui disponibile:

Visiona il Regolamento della call:     

La piattaforma www.fondoifcnetflix.it sarà attiva a partire dal 28 maggio per l’invio delle domande di contributo che potranno essere inviate fino all’11 giugno 2020.

Informazioni e assistenza per la call sono reperibili via mail all’indirizzo info@fondoifcnetflix.it e al numero 389 622 4722

Il contributo individuale previsto è di 800 euro e sarà erogato fino ad esaurimento del Fondo.

Il fondo IFC – NETFLIX  da un milione di euro si inserisce nell’ampia azione globale di Netflix a sostegno del settore audiovisivo colpito duramente dall’emergenza sanitaria legata al Covid-19 . La collaborazione con Italian Film Commissions vuole essere un segno concreto di vicinanza al territorio e, grazie al coinvolgimento delle Film Commission regionali permette di raggiungere capillarmente gli operatori del settore audiovisivo su tutto il territorio italiano, che esprime professionisti di grande talento, professionalità e creatività.

Informazioni Call

info@fondoifcnetflix.it

Cell 389 622 4722

IFC Italian Film Commissions

www.italianfilmcommissions.it

06-72286 344 – 320

FESTA DEL CINEMA DI ROMA / ROME FILM FEST (15 – 25 Ottobre 2020)

La quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma è confermata e si svolgerà dal 15 al 25 ottobre 2020 presso l’Auditorium Parco della Musica.

Come precedentemente annunciato, in accordo con i Collegio dei Soci Fondatori e il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cinema per Roma, le date sono state approvate e confermate.

Tutte le informazioni per le iscrizioni e le modalità di partecipazione sono consultabili sul sito www.romacinemafest.org fino al 5 agosto.


La Selezione Ufficiale sarà composta da grandi produzioni, cinema indipendente, documentari, animazione e video-arte.

Oltre ai film della Selezione Ufficiale, che concorrono al Premio del Pubblico BNL, verranno previste anteprime di film, eventi speciali, incontri, masterclass, retrospettive, riedizione di classici, mostre.

Per il sesto anno, Antonio Monda è il direttore artistico e i membri del Comitato di selezione sono: Richard Peña, Giovanna Fulvi, Alberto Crespi, Francesco Zippel e Valerio Carocci.

L’Auditorium Parco della Musica è il fulcro dell’evento dal 2006, ma la Festa coinvolge anche il resto della Capitale, presentando film e incontri anche in molte sale della città e in altre eventuali forme e modalità di proiezione.

Per maggiori informazioni scriveteci a submissions@romacinemafest.org

RACCONTO E PRODUZIONE AUDIOVISIVA NELL’ITALIA POST-COVID

Racconto e produzione audiovisiva nell’Italia post-Covid

Come cambierà il nostro modo di raccontare la realtà e come cambieranno i generi del racconto TV? Lavorare tra creatività e sicurezza. Prodotto locale vs co-produzione internazionale: su quali scenari investire? Il ruolo del produttore indipendente e il rapporto con i broadcaster e le piattaforme digitali, tra domanda di nuovi contenuti e l’incertezza delle riaperture dei set. Queste alcune delle tematiche che affronteremo Mercoledì 10 Giugno 2020, alle 17:00, con alcuni dei protagonisti del mercato audiovisivo sulla creatività e sulla produzione di contenuti scripted, in una fase cruciale per tutto il sistema audiovisivo italiano.

Nicola De Angelis, CEO & Head of International Co-productions and Development di Fabula Pictures, società del gruppo Federation Entertainment che ha prodotto la serie Baby di Netflix, insieme a Francesca Di Donna, Head of Development & Production di Rodeo Drive, tra i cui titoli in sviluppo la serie Survivors, e con Giuseppe Saccà produttore di Pepito Produzioni tra i cui titoli Favolacce, Hammamet, e la serie Volevo fare la rockstar e Giannandrea Pecorelli, CEO di Aurora TV – Banijay Group, produttore de Il Paradiso delle Signore, si confronteranno su diverse questioni legate al contenuto, ai modelli produttivi e allo scenario internazionale, in un anno che si preannuncia non privo di sfide per i produttori indipendenti di tutto il mondo.

La partecipazione è gratuita, previa registrazione.

ISCRIVITI ORA