Film commissions

BARQ Festival, International Architecture Film Festival Barcelona

The BARQ Festival, International Architecture Film Festival Barcelona, celebrates its first edition from May 11th to May 16th 2021, which will take place onsite in the city of Barcelona and online during the Barcelona Architecture Week. The BARQ Festival is the only film festival dedicated to architecture and interior design in Spain and it is an initiative of Nihao Films, a production company specialized in architectural films, with the support of Fundació Mies van der Rohe, Arquin-FAD, and the Architects’ Association of Catalonia – COAC.

The BARQ Festival is a film festival dedicated to vindicate architectural films as a specific genre and to deepen the relationships between architecture and the seventh art. Cinema uses architecture to show and create worlds exploring social realities, and architecture uses cinema to reach all of the society. With an extensive program that includes a selection of national and international documentary films and various parallel activities (talks, debates, workshops, conferences), the BARQ Festival brings to all its audience new perspectives on the creative processes behind architectural practice through cinema, creating a space for critical reflection on the spaces we inhabit.  

We are contacting you to inform you that our call for submission is now open for architecture related feature length documentary and short documentary films!!

Up until 8th February, our  FilmFreeway  platform profile will be open to receive both feature and short documentary films made by any filmmaker who would like to participate in this year ’s event.

As an international Film Commission / entity dedicated to the promotion of films, we would be extremely happy if you could help us to spread the good news and reach out filmmakers from your community, contacts, etc.. In that sense, we would like to kindly ask you to collaborate with us and announce our call for submissions throughout your website, news feed, newsletters and social media networks.

Here is a link to our website for more info about us and our open call:  http://www.barqfestival.com/

Here you can check our Registration and Participation Rules

Here is a link to our FilmFreeWay submission page: https://filmfreeway.com/BARQFESTIVAL

Here is a link to some promotional materials from the BARQ Festival: Poster & Promo video

EPI – SERIES’ WOMEN

SERIES’ WOMEN is a career enhancement programme aimed at female producers working in the European drama series industry. While increasing the visibility of female producers and female-driven projects, it strives to tackle underrepresentation in the industry in the general. More information here.

The online info session on January 19 at 19:00 (CET) will give more insights into the contents and benefits the programme offers, and the organizers will answer questions regarding formal application requirements, scholarships and financing options. The participation in the info session is free of charge and non-binding.

We would be delighted if you could share this information through your communication channels. Please feel free to use our social media posts on our Facebook page and LinkedIn.

If you have any further questions, please do not hesitate to contact Dina Rubanovitš, Head of International Training (dr@epi.media).

IL LAGO DI RESIA FINALISTA PER IL TITOLO DI LOCATION EUROPEA DELL’ANNO!

Il Lago di Resia nel Comune di Curon Venosta in Alto Adige è in nomination per l’EUFCN Location Award 2020! Con il suo caratteristico campanile sommerso, meta popolare per turisti e curiosi, la location è l’unica italiana tra le cinque selezionate per il premio annuale promosso dall’European Film Commissions Network in collaborazione con Cineuropa.

La deadline per votare il Lago di Resia è il 12 gennaio!!

CLICCA QUI PER VOTARE

Chi esprimerà la propria preferenza, verrà sorteggiato un fortunato vincitore che potrà aggiudicarsi un soggiorno presso la location insignita del titolo!

Questo luogo affascinante e misterioso si trova in alta Val Venosta, in Alto Adige, a pochi chilometri dal confine austriaco. Il campanile romanico della Chiesa di Santa Cristina che emerge dalle acque è quel che resta del paese di Curon, completamente sommerso negli Anni ‘50, quando tre laghi naturali vennero uniti grazie ad una diga artificiale per creare un serbatoio per la produzione di energia idroelettrica. Gli abitanti del paese persero le loro case e dovettero ricostruire un nuovo villaggio sulle sponde del lago. La leggenda narra che in certe notti si sentano suonare le campane del campanile che emerge dall’acqua. Niente di strano, se non fosse per il fatto che le campane vennero rimosse dalla torre nel 1950.
L’atmosfera surreale e quasi velata di mistero che aleggia attorno a questa location l’ha resa ambientazione ideale per la serie originale Netflix Curon, supernatural drama tutto italiano diretto da Fabio Mollo e Lyda Patitucci – prodotto da Indiana Production – e lanciato lo scorso giugno in streaming. 

LEANDRO PESCI NUOVO PRESIDENTE ANEC LAZIO

Leandro Pesci è il nuovo presidente dell’ANEC Lazio per il Triennio 2021-2023. 

Eletto dall’Assemblea generale dei Soci riunitasi oggi on line, subentra a Piera Bernaschi che ha guidato l’associazione dal 2017. 

Pesci, già Presidente ANEC Lazio dal 2006 al 2010, sarà affiancato dai seguenti Consiglieri: Piera Bernaschi, Giorgio Ferrero, Giampaolo Ricciarelli e Pierluca Sforza (eletti dall’Assemblea); Roberto Cipriani, Giuseppe Consalvi, Gabriele Bassetti,  Daria Cacciapuoti e Francesco Ferretti (in qualità di rappresentanti delle Province); Daniele Valentini (rappresentante del Gruppo Piccolo Esercizio). Nel prossimo Consiglio Direttivo convocato per il 13 Gennaio 2021 saranno nominati i Vice-presidenti e il Tesoriere.

BUONE FESTE DA IFC ITALIAN FILM COMMISSIONS

Calabria Film Commission – CITRIGNO RISPONDE A SPIRLI’

“IL NOSTRO IMPEGNO È STATO QUELLO DI FARE DELLA CALABRIA UN SET A CIELO APERTO LIBERA DA STEREOTIPI E CI SIAMO RIUSCITI”

L’ex Presidente della Fondazione puntualizza le ultime esternazioni del Governatore ff in occasione della nomina del nuovo direttore della Calabria Film Commission ricordando i successi e i risultati ottenuti”

“Mi stupiscono le affermazioni del Governatore f.f Nino Spirlì, poco aderenti alla realtà e ingiustamente offensive nei confronti delle produzioni che hanno girato in questi ultimi anni in Calabria. Dichiarazioni stigmatizzate a livello nazionale dall’Italian Film Commission e dall’Anec (Associazione nazionale Esercenti Cinema)” pronta, dunque, la risposta di Giuseppe Citrigno ex Presidente della Calabria Film Commission e attualmente Presidente di Unindustria Calabria Sezione Cinema e Spettacolo, al Presidente della Regione che a margine della nomina del nuovo direttore della Fondazione, Santo Romano, così aveva dichiarato qualche giorno fa: “Basta stereotipi, ospiteremo produzioni sulla Calabria onesta”.

Citrigno non esita a controbattere: “Auguriamo buon lavoro al nuovo direttore e lo invitiamo ad avviare prontamente l’attività ordinaria da troppi mesi sospesa. Ci sono produzioni che attendono di essere saldate per progetti già girati e in uscita. Mi sento di difendere la qualità e il valore delle major che abbiamo ospitato. Grazie a loro abbiamo ricevuto riconoscimenti nazionali e internazionali e portato sul grande schermo l’immagine di una Calabria positiva e dall’immenso patrimonio storico e naturale. Su 43 opere prodotte in tre anni e mezzo (tra lungometraggi; corti; documentari, serie tv internazionali e nazionali e videoclip) abbiamo finanziato film di genere, fiction e opere prime dei nostri talenti. Nessuna di queste opere ha mitizzato o esaltato il fenomeno della ‘ndrangheta e ritratto una terra stereotipata – e aggiunge – Il Presidente dovrebbe informarsi meglio sulla recente storia della Fondazione che ho guidato negli ultimi tre anni e mezzo. Siamo reduci dalla prestigiosa Coppa Volpi 2020 a Pierfrancesco Favino, alla Mostra del Cinema di Venezia per il film “Padre Nostro” di Claudio Noce (racconto di formazione e generazionale).  In questi anni di attività abbiamo puntato su giovani autori emergenti ma dalle grandi potenzialità – spiega Citrigno – talenti come: Alessandro Grande ( già vincitore di un David di Donatello nel 2018 ora, la sua opera prima “Regina” è stato unico film italiano in concorso al Torino Film Festival 2020); Mario Vitale (ha appena concluso le riprese del suo “L’Afide e la formica” protagonista Beppe Fiorello); Aldo Iuliano (già vincitore di un Globo d’Oro pronto per l’uscita il suo primo lungometraggio “Space Monkeys”) e molti altri. Giovani che stanno creando un vero e proprio nuovo filone autoriale del cinema italiano nato alle nostre latitudini. I loro film ritraggono la Calabria con gli occhi di chi l’ha vissuta e amata profondamente. Racconti di formazione liberi dai “cliché” di cui parla il Governatore e che stanno riscuotendo giudizi positivi della critica zionale e internazionale. Il nostro impegno è stato quello di creare una vera e propria scuderia di nuovi giovani sceneggiatori calabresi grazie ai fondi per la formazione previsti dalla Legge Cinema. Bandi che non sono stati più avviati dopo la nomina del Commissario straordinario. Un vero peccato! Solo attraverso l’alta formazione si possono creare nuove professionalità, autori capaci di narrare una Calabria diversa e più aderente alla realtà – e continua –  Abbiamo conquistato ben 4 David di Donatello! Due con “A’Ciambra” di Jonas Carpignano, premiato alla Quinzaine, a Cannes e candidato come film italiano all’Oscar. Miglior corto 2018 David di Donatello con il piccolo gioiello di Grande “Bismillah” e infine, Miglior Corto 2019 “Inverno” di Giulio Mastromauro. E ancora, un Nastro d’argento (migliore interprete femminile) per Il “Padre d’Italia” del reggino Fabio Mollo. Il corto “Penalty” (già Globo d’oro 2017) del talentuoso regista crotonese Aldo Iuliano ha conquistato al Festival di Venezia Premio I Love Gai promosso dalla SIAE. Così come “The Millionairs”, esordio alla regia di Claudio Santamaria, girato sul Pollino, ha ottenuto il premio Talento Creativo della SIAE – Citrigno continua a ripercorrere la storia della Fondazione – In questi anni, siamo riusciti a intercettare grandi produzioni internazionali come la serie Fox “Trust” diretta dal premio Oscar Danny Boyle, serie tv di respiro mondiale e con un cast di star hollywoodiane. Così come la fortunata serie Sky “Il Miracolo” di Niccolò Ammaniti. Parlare di ‘ndrangheta è necessario – e sottolinea – non possiamo nascondere che il malaffare sia un fenomeno che colpisce dritto al cuore la nostra bella terra e noi, con il cinema, abbiamo sostenuto due progetti che hanno lanciato un messaggio di lotta alla legalità. Il docu-film su Rai 2 “Lo Squadrone” (sostenuto dall’Arma dei carabinieri) e l’ultimo successo di Giacomo Campiotti su Rai 1 “Liberi di Scegliere” (campione di ascolti in prima serata). A riprova dell’impegno e della scelta mirata su progetti educativi abbiamo ottenuto un Nastro d’Argento per la Legalità con “Aspromonte- La terra degli Ultimi” un film storico firmato da Mimmo Calopresti. Ora, siamo in attesa dell’uscita di un vero e proprio blockbuster girato in Sila, location del secondo film di Gabriele Mainetti “Freaks Out” (un fantasy ambientato nella Seconda Guerra Mondiale) e l’opera di Michelangelo Frammartino “Il buco” ( in corsa al Festival di Cannes) che racconta l’impresa speleologica di un gruppo di scienziati nella Calabria degli anni ’50 – Citrigno ci tiene poi a ricordare – Parallelamente alle ricadute economiche, dirette e indirette, legate al profilo connesso con le attività turistiche, il rafforzamento e consolidamento del comparto audiovisivo locale è stato baricentrico rispetto a tutte le attività della Film Commission. Tra gli impegni della Fondazione creare indotto e lavoro per le maestranze del territorio e in questi tre anni l’obiettivo è stato raggiunto. Colgo l’occasione per ricordare al neo direttore Romano che è in sospeso il bando per le produzioni 2020 voluto dalla compianta Presidente Jole Santelli e che ho indetto, su sua richiesta, quando ero ancora in carica come presidente. All’avviso pubblico avevano partecipato, qualche mese fa, ben 90 produzioni nazionali e internazionali. Oggi queste produzioni, per la maggior parte, hanno deciso di girare altrove – e conclude – Si tratta di un grave danno economico per le nostre maestranze, professionisti colpiti dalla crisi dovuta alla pandemia e che a tuttoggi non vedono ripartire il settore cinema in Calabria per un inspiegabile immobilismo della Fondazione”.

Fondazione Calabria Film Commission: Santo Vittorio Romano nominato nuovo Direttore

Santo Vittorio Romano è il nuovo direttore della Fondazione Calabria film commission. La sua nomina è stata decretata oggi dal presidente facente funzioni della Giunta regionale della Calabria, Nino Spirlì.

L’incarico, conferito con contratto di diritto privato, durerà cinque anni a partire dalla data di nomina. Il relativo trattamento economico è equiparato a quello dei dirigenti generali dei dipartimenti della Giunta regionale, decurtato del 20%.

IL COMMENTO DEL PRESIDENTE

«Romano – dichiara Spirlì – è l’uomo giusto al posto giusto e completa la squadra che dovrà guidare nei prossimi anni la Calabria Film commission dopo la nomina, da parte del presidente Santelli, di Giovanni Minoli.

continua a leggere

EFM virtuale a marzo, festival dal vivo a giugno

La Berlinale 2021 si svolgerà in due fasi: una sezione Industry online dal 1° al 5 marzo e un evento pubblico a giugno. Per fronteggiare l’emergenza COVID-19 la 71ma Berlinale ha dato vita a un nuovo formato: le piattaforme industry European Film Market, Berlinale Co-Production Market, Berlinale Talents e World Cinema Fund saranno proposte da remoto, mentre a giugno è previsto un evento estivo con proiezioni per il pubblico nelle sale e all’aperto. Questa divisione permetterà di preservare mercato e festival.

“C’è molta voglia di incontri faccia a faccia, ma la situazione attuale non permette un festival fisico a febbraio, però allo stesso tempo è importante che l’industria abbia a disposizione un mercato nel primo trimestre”, ha dichiarato Mariette Rissenbeek. “Con questo cambiamento, potremo tutelare la salute di tutti gli ospiti e sostenere la ripartenza dell’industria cinematografica. Con l’evento estivo vogliamo celebrare il cinema e offrire al nostro pubblico un’esperienza culturale collettiva”.

Il processo di selezione dei film dunque prosegue, il programma sarà reso pubblico a febbraio e proposto allo European Film Market (EFM) virtuale a marzo. Una giuria internazionale potrà vedere i film e scegliere i vincitori che saranno presentati, insieme a una selezione di altri film, in estate. Non mancherà un evento d’apertura.

“Sarà un nuovo inizio, 70 anni dopo la prima edizione – ha detto il direttore artistico Carlo Chatrian – il pubblico avrà modo di celebrare i filmmaker e in vincitori degli Orsi nelle sale o a cielo aperto”.               

La Berlinale sta discutendo il budget con i suoi partner e con il ministero della Cultura e dei Media (BKM) che ha garantito un sostegno straordinario grazie al programma NEUSTART KULTUR. La Berlinale ha potuto contare su un budget di 27.2 milioni € nel 2020.

fonte: @cinecittanews

IDM ALTO ADIGE AL SUNDANCE FILM FESTIVAL 2021 IL NUOVO FILM DELL’ALTOATESINO RONNY TROCKER

Il regista e produttore è in Concorso con Human Factors, una co-produzione Germania-Italia-Danimarca

Ronny Trocker è nato a Bolzano e ha studiato a Buenos Aires. Dopo esperienze lavorative in varie città europee, ha fondato in Alto Adige, a Castelrotto, la casa di produzione Bagarrefilm, con la quale lavora in squadra con professionisti locali e partner europei, offre un supporto ai progetti in fase di preparazione, ma anche post-produzione e commercializzazione. Quattro anni fa, sempre in Alto Adige, ha girato Gli eremiti (The Eremites), presentato nel concorso di Orizzonti alla Mostra d’Arte Internazionale del Cinema di Venezia e poi candidato agli European Film Awards nel 2017.

Il suo nuovo film, Human Factors, il primo di cui Trocker è anche produttore, ha ottenuto molto interesse già all’European Film Market di Berlino dove era presentato nella sezione dedicata alle co-produzioni e avrà la sua anteprima internazionale nel Concorso del Sundance Film Festival, che si terrà dal 28 gennaio al 3 febbraio 2021.

Questo suo nuovo progetto – sostenuto da IDM Film Fund & Commission in fase di pre-produzione e produzione e prodotto dalla tedesca Zischlermann Filmproduktion, in co-produzione con Bagarrefilm, e in collaborazione con la danese Snowglobe – è incentrato su una famiglia europea modello. I genitori parlano tedesco e francese, i figli sono bilingui. La famiglia vive in Germania e ha una casa per le vacanze sulla costa belga. E proprio qui, nella casa al mare, un’improvvisa effrazione scardinerà l’equilibrio familiare. L’incidente viene percepito da ognuno in modo diverso, emergono i conflitti dietro la facciata apparentemente perfetta e si fa strada la sfiducia. Trocker analizza le possibilità di comunicazione all’interno di un microcosmo familiare, e il fallimento a cui queste vanno incontro.

CULTURAITALIAONLINE

Nasce CulturaItaliaOnline, il portale MiBACT per scoprire i contenuti Social pubblicati dalle istituzioni culturali italiane.

Il Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo presenta CulturaItaliaOnline, il primo aggregatore social degli account delle principali istituzioni culturali italiane con oltre mille profili di archivi, biblioteche, musei, musica, cinema e teatro raccolti in un unico sito. Un portale dalla navigazione semplice e intuitiva che permette agli utenti di muoversi tra i tanti contenuti attraverso sezioni tematiche.

CulturaItaliaOnline è un portale realizzato dal MiBACT per aggregare in un unico luogo i contenuti Social pubblicati dalle principali istituzioni culturali italiane sui propri account, organizzati per aree tematiche. Visita il portale: https://culturaitaliaonline.beniculturali.it/